Simulazione prestito per ristrutturazione casa: confronto tra i vari tipi di prestiti per i lavori tra le 4 mura

Indice dei contenuti

Quando si vuole ristrutturare casa, esiste un finanziamento che viene detto a stato avanzamento lavori, si tratta di una tipologia di finanziamento che è erogata in caso di ristrutturazione della casa.
Questo è dovuto al fatto che la banca è tutelata dalla modalità con cui sono elargiti i soldi: perché la somma viene erogata in più tranche ogni volta che procedono i lavori.

Si tratta di una misura corrispondente al valore che l’immobile può raggiungere grazie ai lavori, che devono aumentare anche il valore della casa che si sta ristrutturando.

Le varie rate con cui sono erogati i soldi di questo prestito sono concesse solo nel momento in cui è poi verificato lo stato dei lavori eseguiti.

Le caratteristiche del prestito a stato avanzamento lavori

Si è già detto quale sia la caratteristica principale del mutuo a sal:

  • la suddivisione in tranche della somma che deve essere erogata.

Il motivo è che nel momento in cui è richiesto il prestito per poter effettuare una ristrutturazione importante, il valore dell’immobile che già esiste, ma anche quello del terreno che viene dato in garanzia è inferiore all’importo richiesto alla banca.

Il contratto tiene conto del valore che potrà raggiungere l’immobile alla fine dei lavori.

Prima di ogni erogazione è anche necessario che un perito mandato dall’istituto di credito effettui un sopralluogo, così da certificare quale sia lo stato di avanzamento dei lavori e il valore raggiunto dall’immobile.
Per procedere con l’erogazione, invece, non è importante che vi sia la presenza di un notaio perché è sufficiente lo scambio di corrispondenza tra cliente e l’istituto di credito.

Quando si può fare richiesta

I prestiti a sal si possono richiedere anche in altri casi:

  • per una ristrutturazione parziale o totale di un immobile di proprietà;
  • per ampliare un immobile di proprietà.

Nel caso di ristrutturazioni e ampliamenti, ad esempio, è anche possibile accertare l’aumento del valore della casa per l’ampliamento dell’immobile con delle sopraelevazioni o aumentando la planimetria di origine.

I requisiti necessari

La procedura per richiedere un prestito a sal non è diversa da quella che viene prevista per gli altri tipi di mutuo. Ci sono dei requisiti da rispettare.
Una delle condizioni primarie è che il privato che vuole andare a richiedere questo tipo di finanziamento sia in possesso di un’entrata fissa, deve essere sufficiente a sostenere la rata mensile.

Non importa che il richiedente sia proprietario di un altro immobile come titolo di garanzia ipotecaria.
Inoltre, se prevista tale garanzia, viene costituita dall’immobile stesso per cui viene richiesto il prestito a sal.

In genere la presenza di un garante che sia pronto per farsi carico di eventuali inadempienze del cliente è un’ottima garanzia per la banca e può sicuramente influire in modo positivo sulla decisione finale.

Un altro fattore decisivo è chiaramente la storia creditizia del richiedente. Prima di decidere se dare il prestito, infatti, l’istituto di credito si andrà ad accertare che il richiedente non compaia nelle banche dati del Crif.

I documenti necessari

Dal momento che tutti i prestiti a sal servono per finanziare la ristrutturazione di una casa, è opportuno che si vadano a presentare dei documenti specifici, oltre ai soliti, che sono essenziali per approvare la pratica per ottenere il finanziamento:

  • il progetto di costruzione: si intende il progetto realizzato da un architetto o da un ingegnere, esso deve essere stato presentato all’ufficio tecnico del Comune;
  • terreno su cui si vuole costruirlo per ottenere la concessione edilizia;
  • la concessione edilizia, documento rilasciato dal Comune che concede i lavori di costruzione dell’immobile;
  • l’autorizzazione di inizio lavori.

A chi richiederlo?

Ad oggi questo tipo di finanziamento può essere richiesto in quasi tutte le banche. Ci si può andare ad informare agli istituti di credito per trovare quello che dà le condizioni più convenienti e che sono adatte alle proprie esigenze.

Le tempistiche

Di solito, per questi finanziamenti viene previsto un tempo limite per completare i lavori di di ristrutturazione.
Tale tempo coincide anche con quello per l’erogazione dell’intera somma in più scaglioni.

Di solito si tratta di 24 mesi. Spesso viene anche previsto un periodo di pre ammortamento, dove il limite massimo è quello che corrisponde al termine fissato per il completamento di tutti i lavori previsti.

L’erogazione della prima parte del finanziamento a stato avanzamento lavori avviene di solito nel momento in cui i lavori di ristrutturazione sono già partiti, chiaro che il via libera avviene da parte del perito incaricato dalla banca.

Finanziamenti a sal: i pro e i contro

Per quanto riguarda questo finanziamento c’è un contro. Perché la suddivisione dell’importo che deve essere erogato in tranche comporta un notevole aumento di tutte le spese accessorie.

Quindi, tutte le spese per causa della perizia. Proprio per tal motivo, quando si decide di sottoscrivere un finanziamento a stato avanzamento lavori è bene decidere un numero di tranche il più basso possibile.