Simulazione prestiti per gli over 50: calcolo rate, importo, durata del finanziamento

Indice dei contenuti

Chi oggi ha superato i 50 anni di età, può godere di numerose agevolazioni economiche se ha una buona situazione lavorativa. L’anzianità lavorativa è sicuramente in questo caso uno dei fattori principali che banche e finanziarie prendono in considerazione per concedere dei prestiti agli over 50. Se, chi ha superato i 50 anni di età, e gode di una buona posizione lavorativa oltre che di una buona affidabilità economica, allora tutti i requisiti necessari per soddisfare le richieste anche più stringenti fissate da banche e istituti di credito, sia locali che on-line.

È molto importante naturalmente per questi soggetti non essere considerati dei cattivi pagatori, oppure dei protestati. Occorre infatti anche una semplice rata mensile versata in ritardo per essere considerato un cattivo pagatore. Esistono al giorno d’oggi numerose soluzioni che sono disponibili per chi ha un’età superiori ai 50 anni. Questa guida ti aiuta a capire quali sono gli importi che puoi richiedere e come scegliere le soluzioni migliori per te.

Importi e piani di ammortamento

Gli importi che si possono richiedere attraverso questo tipo di prestito hanno un’influenza diretta sulla durata del finanziamento. Ci possono essere delle variazioni che possono subentrare sulla base ad esempio del reddito che si può dimostrare in fase di istruttoria. L’importo potrebbe risultare quindi più basso in base alla richiesta effettuata e ai tempi con cui si effettua un prestito personale. È un finanziamento a tasso fisso che è rimborsabile attraverso un piano di ammortamento a rate costanti. È un finanziamento per il quale è possibile rimborsare il capitale erogato, più i vari interessi in modo comodo e veloce.

Il piano di ammortamento dei prestiti per under 50 di solito hanno durata minima di un anno, ovvero 12 rate mensili, fino ad un massimo di 10 anni, ovvero 120 rate mensili. Sono diverse le banche e le società creditizie che oggi offrono dei prestiti per under 50 che presentano delle condizioni molto flessibili. Ad esempio, alcune soluzioni ti permettono di saltare una rata mensile, così da non essere considerato un cattivo pagatore, oppure hai la possibilità di cambiare l’importo delle rate mensili andando a modificare il piano di ammortamento del tuo prestito.

Questo tipo di prestito può essere concesso naturalmente sulla base di alcuni requisiti e di alcune condizioni ben precise. Puoi anche decidere di usare alcuni portali oppure altri strumenti on-line che ti possono aiutare ad effettuare un calcolo sulla simulazione della rata. In questo modo, puoi capire se un certo tipo di prestito che intendi richiedere può andare bene e se può essere conveniente oppure no. Puoi anche scegliere ad esempio di estinguere in modo anticipato il prestito. In questo caso, la penale che devi pagare non deve essere però superiore all’1% dell’importo totale che ti è stato concesso dalla banca.

Documentazione necessaria

Chi ha già superato i 50 anni e intende richiedere un prestito, deve presentare tutta la documentazione per ottenerlo. A differenza dei prestiti di tipo finalizzato, in cui il denaro è vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico. Grazie ai prestiti personali, non abbiamo la necessità di spendere il denaro in base ad un motivo specifico. Per questi finanziamenti, infatti, di solito non è richiesta alcuna giustificazione di spesa nel momento in cui facciamo richiesta per inoltrare la nostra richiesta di finanziamento.

Un soggetto over 50 deve presentare una documentazione all’interno della quale troviamo ad esempio il proprio documento d’identità in corso di validità, il proprio codice fiscale e la tessera sanitaria. Bisogna presentare anche un documento che attesti la propria situazione economica e reddituale. In questo caso ad esempio, ci possono essere richieste le ultime buste paga, se siamo dei lavoratori dipendenti, oppure il modello unico se siamo dei liberi professionisti o dei lavoratori autonomi.

Oltre a tutta questa documentazione, bisogna presentare anche una bolletta intestata, che deve essere presentata direttamente in sede, ovvero presso una banca o un istituto di credito locale, oppure ad esempio anche direttamente on-line. Infatti, sono molte le persone al giorno d’oggi che richiedono questi finanziamenti, anche on-line, così da poter godere di numerose agevolazioni.

Consigli per le soluzioni migliori

Chi oggi è impegnato nella ricerca di un prestito per over 50, deve sapere che il mercato offre numerose soluzioni per questi soggetti. Le soluzioni sono talmente numerose che spesso può essere difficile capire bene quale tipologia di prestito può essere quella che offre le condizioni più convenienti possibili per noi. Ad esempio, puoi richiedere anche dei preventivi gratuiti on-line concessi da più banche e istituti di credito diversi, così da vedere nel dettaglio quali offerte sono quelle che ti offrono i tassi di interesse più convenienti per te.

Ci sono alcuni aspetti ai quali devi prestare la tua massima attenzione. Queste voci possono riguardare nello specifico il Tan e il Taeg. Si tratta naturalmente di alcuni tra gli elementi più importanti e decisivi di cui occorre tenere conto quando richiedi dei prestiti di questo genere. In particolare, il Taeg è il tasso annuo effettivo globale. Si tratta di un elemento decisivo se non essenziale per capire se un’offerta di prestito può andare bene per noi ed è vantaggiosa.

Il Taeg infatti è l’elemento principale in base al quale possiamo prevedere anche qual è il costo totale effettivo del nostro finanziamento. Oltre ai tassi di interesse, occorre valutare anche altri aspetti quando andiamo alla ricerca di questi tipi di finanziamenti. Tra questi aspetti ad esempio ci possono essere quelli legati alla nostra polizza di assicurazione. Di solito, questa polizza è  facoltativa per un soggetto over 50. In altri casi, però può anche essere obbligatoria. In alcune situazioni, le banche e le finanziarie a loro discrezione possono scegliere di rendere obbligatoria la sottoscrizione di una polizza di assicurazione se non si fidano della nostra posizione economica.

Variabili e soggetto garante

In base alla singola banca o all’istituto di credito al quale ci rivolgiamo, ci possono essere richieste delle garanzie aggiuntive. Tra queste troviamo ad esempio la necessità di un garante. Potresti avere bisogno in certi casi di un soggetto che possa fare da garante. Se non abbiamo infatti una situazione economica particolarmente positiva, la presenza di un garante è praticamente indispensabile. La sua presenza è necessaria per ottenere il prestito. Oggi è possibile richiedere un prestito attraverso l’aiuto di un garante che possa fungere in questo modo da coobbligato. Questo soggetto quindi si impegna ad entrare a far parte di rimborso del finanziamento, prendendosi parte della responsabilità del rimborso stesso.

La responsabilità del garante deve essere presa da parte del soggetto garante nel caso di insolvenza da parte del beneficiario principale, ovvero se non riesci a far fronte all’impegno di rimborso del denaro alla banca. I tassi di interesse di questi finanziamenti spesso possono essere anche abbastanza elevati rispetto alla media di mercato. Ad esempio, ci possono essere delle polizze di assicurazione che possono essere sottoscritte e che possono essere obbligatorie per questi soggetti.

Occorre chiarire anche il fatto che il garante deve avere a sua volta naturalmente un reddito dimostrabile fisso e deve godere anche di una posizione economica positiva, oltre al fatto di non essere iscritto nel registro dei cattivi pagatori o dei protestati al Crif.

Esistono prestiti cambializzati per over 50?

Alcune tra le soluzioni più adottate per chi si trova in una grave difficoltà economica, ma necessita di liquidità, riguarda i prestiti cambializzati. Questi prestiti oggi sono disponibili anche per gli over 50. Si tratta di soluzioni adatte per chi ha delle difficoltà economiche e per chi non ha la possibilità di accedere ai prestiti personali tradizionali.

Le cambiali sono dei titoli di credito esecutivi che fungono da garanzia economica per il regolare rimborso del capitale ricevuto in prestito. Se il debitore dovesse saltare anche una sola rata mensile prevista dal piano di ammortamento del prestito, Allora il creditore può avvalersi delle cambiali per effettuare un pignoramento dei beni di proprietà del debitore.